About the Post

Informazioni Autore

GLOBAL CHAMPIONS TOUR A CANNES

 

 

 

 

Settima tappa del GCT a Cannes con la direzione di G. Bodo (Francia).  Questo il programma:

  • 6 – 20.45 – 155 a tempo
  • 7 – 21.00 – 150 a barrage
  • 8 – 18.00 – 160 a tempo di qualificazione
  •    – 21.30 – 160 a barrage G. P. Longines, visibile su www.globalchampionstour.it/events/2019/cannes/result/2214

Sono presenti i nostri car.sc. E. Gaudiano e cap.magg. A. Zorzi.

Nella 155 a tempo, grande vittoria del car.sc. E. Gaudiano su Kingston: era tutto giusto! Il cavallo avanzava in leggerezza e riunito, il cavaliere lo assecondava, finalmente anche con le mani.  Al secondo posto il tedesco H.D. Dreher su Prinz.  Bel percorso del brasiliano M. Zanotelli.

Anche l’altro nostro rappresentante, cap.magg. A. Zorzi su Danique è andato meglio perché la cavalla era finalmente un po’ decontratta: ma ha preteso troppo nella velocità ed ha fermato la schiena.

Lo spirito di emulazione ha preso il sopravvento nei nostri rappresentanti ed il car.sc. E. Gaudiano su Carlotta ha vinto la categoria bassa a tempo grazie anche all’esperienza della cavalla. Zorzi ha effettuato un ottimo percorso d’esercizio su Cinsey (osservare la cadenza).

Nella 150 a barrage, ottimo piazzamento (5°) del cap. magg. A. Zorzi su Cinsey che ha effettuato due percorsi perfetti con il cavallo che scorreva in grande leggerezza.

Nella 160 a tempo di qualificazione, vinta da H.D. Dreher su Prinz (ma il migliore è stato N. Bruynseels su Gancia, prova negativa per i nostri: il car.sc. E. Gaudiano è entrato con Kingston privo d’impulso(8).  Il cap. magg. A. Zorzi con Danique ancora in difesa (4).

Nel G.P.Longines 160, vittoria come previsto per N. Bruynseels su Gancia de Muze (10 e lode!!!!!!!!!!) davanti a S. Brash e D. Deusser provvisti di due grandi cavalli.  Prova negativa del nostro cap.magg. A. Zorzi su Danique ma in un contesto di lavoro giusto (finalmente la cadenza). La cavalla non riesce ad entrare nella mano e, di conseguenza, ha sempre la schiena in tensione: in questa situazione non può sollevare la base dell’incollatura ed ha commesso due errori.

Carlo Cadorna

2 Responses to “GLOBAL CHAMPIONS TOUR A CANNES”

  1. sebastiano comis #

    A proposito dell’uso delle staffe, Gaudiano ha saltato la doppia gabbia con una staffa sola.

    7 Giugno 2019 at 07:54 Rispondi
    • lastriglia #

      Ai tempi nei quali si insegnava a montare a cavallo, solo la formazione dell’assetto richiedeva due anni di esercizio disciplinato. Oggi mancano sia l’esercizio (perché nessuno lo conosce) che la disciplina… Dobbiamo quindi accontentarci dei progressi di Gaudiano che dimostra comunque una qualche intelligenza: tutti i salvataggi spettacolari(lanciando in avanti gli anteriori) di Chalou derivano da una ceduta insufficiente delle mani. L’essenziale è che i cavalli scorrano sotto il cavaliere: significa che questo ha imparato a lasciar passare l’impulso che è la cosa più importante.

      7 Giugno 2019 at 18:54 Rispondi

Lascia un commento