About the Post

Informazioni Autore

FINALE GCT PRAGA

 

Ha inizio la fase finale del Global Champions Tour che si svolge a Praga con la direzione di Uliano Vezzani.

Ecco il programma:

  • 13 – 21.00 – 160 a tempo
  • 14 – 21.00 – 160 a tempo
  • 15 – 20.30 – Longines G.P. 160 a due percorsi
  • 16 – 14.30 – 160 a tempo – Finale a squadre (6)

Visibile su globalchampionstour/tv – Eurosport 16-0830/18-1800

Sono presenti i nostri cap.magg. A. Zorzi, P.G. Bucci e L. De Luca.

Nella 160 a tempo di selezione a squadre, il miglior risultato è stato dei cavalli meglio montati e che si esprimono meglio: Nevados con G. Wathelet  e Balou con D. Kenny:   grande Vezzani!!!!!!

La seconda 160 a tempo è stata vinta dalla squadra di Madrid (M. Houtzacker, Van der Vleuten, Aznar – 0). Il cap.magg. A. Zorzi ha commesso un errore su Contanga e L. De Luca due su Halifax.

La prima manche del G.P. Longines 160, a parte il bellissimo percorso di Vezzani, è stata una vera delusione. Dei 16 binomi selezionati, soltanto California/E. Alexander ha fatto vedere un po’ d’impulso.  Il cavallo del cap.magg. A. Zorzi, Ulhane, imbarcato, contratto e contro la mano. Ensor con L. De Luca fuori equilibrio e senza impulso…

Nel secondo percorso, conferma di E. Alexander davanti a L. Beerbaum sul sempre positivo Casello.  Buona prova di L. De Luca su Ensor nuovamente in avanti.

La  finale a squadre ha visto la vittoria di Madrid (M.Houtzagher, M. van der Vleuten, E. Alvarez Aznar) davanti a Valkenwaard il cui punto debole è stato proprio Zorzi.  Osservate il suo cavallo Contanga: ha la groppa lunga e l’incollatura corta. Non è una constatazione fisica ma di lavoro: un cavallo così non può mantenere la riunione. Si faccia il confronto con il cavallo di Y. Mansur (Ibelle) che invece è ben preparato!

Carlo Cadorna

 

2 Responses to “FINALE GCT PRAGA”

  1. Sebastiano Comis #

    —-nella alta di ieri Bucci ha confermato i suoi limiti atletici. ———————————————————-nella linea finale non aveva più niente da spendere. Dove ha fatto l’errore era seduto in fondo alla paletta già prima di metà della parabola. S.Comis

    14 Dicembre 2018 at 15:37 Rispondi
    • lastriglia #

      Non ho potuto vedere il percorso, ma il limite di Bucci è tutto nella rigidità della sua schiena. Ma l’argomento “assetto” sembra non sfiorare nemmeno le nostre autorità equestri!

      14 Dicembre 2018 at 19:39 Rispondi

Lascia un commento