About the Post

Informazioni Autore

CSIO 5* DI HICKSTEAD

 

 

 

 

 

Ha avuto inizio a Hickstead (Inghilterra) il tradizionale concorso nel grande campo in erba.  Percorsi di K. Bywater.

Questo il programma:

  • 27 – 15.15 – G.P. Longines
  • 28 – 1505 – 150 a barrage
  • 29 – 15.15 – Coppa delle nazioni    visibile su FEI TV

Sono presenti  P.G. Bucci, app.sc. M. Grossato, P. Paini, R. Pisani, P.A. Zuvadelli.

Il G.P. Coppa d’Oro ha visto due grandi percorsi dell’app.sc. Massimo Grossato (2°)sull’eccellente e ben preparato Lazzaro delle Schiave (propr. S. Brecciaroli).  Si tratta ormai di un cavaliere da prima squadra e non certo per fare la riserva. Mi è piaciuta la compostezza “militare” con la quale ha recepito il pur grandissimo risultato.

La gara è stata vinta dall’olandese K. Jochems su C. Cooper.

La coppa delle nazioni, disputata sotto la pioggia e con un vento fastidioso ha presentato un percorso lineare che richiedeva impulso:  questa esigenza è stata male interpretata dal nostro car.sc. M. Grossato che ha aggredito il suo cavallo mentre avrebbe dovuto fare l’esatto contrario.  Questa lezione è stata perfettamente recepita da N. Pisani cavaliere che monta a cavallo molto bene e che è stato, almeno per me che non lo conoscevo, la sorpresa positiva della giornata.  Buone prove anche da parte di A. Zuvadelli.

La gara è stata vinta da un’ottima Irlanda. Unico doppio netto quello di M. Zanotelli che ha compiuto due percorsi esemplari.

L’Italia, pur essendosi classificata negli ultimi posti, mantiene la posizione nella prima divisione anche per la prossima stagione:  ora vi è un buon numero di binomi su cui lavorare!

Carlo Cadorna

One Response to “CSIO 5* DI HICKSTEAD”

  1. giuseppe maria de nardis #

    Per fortuna l’Italia è rimasta in prima divisione, come auspicato tra gli altri da Chimirri, e trovo positivo dare a più binomi la possibilità di confrontarsi in ambito internazionale nei vari livelli, come sta facendo il tecnico Bartalucci.
    La squadra era composta da cavalli giovani (9aa); ottima la prestazione di Lazzaro delle Schiave in GP anche se sarebbe stata più utile in Coppa, proprio nella prospettiva di allargare il numero di binomi impegnati in competizioni internazionali, per maturare esperienza, mettere in mostra cavalli italiani, invogliare gli allevatori ed attrarre qualche proprietario.
    Ora senza la pressione del risultato a Dublino la concentrazione può rivolgersi ai WEG (anche in vista delle Olimpiadi).

    giuseppe maria de nardis

    30 Luglio 2018 at 19:23 Rispondi

Lascia un commento