About the Post

Informazioni Autore

CONSIDERAZIONI SULLA PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI EUROPEI S.O.

aachen1

 

 

 

 

 

Alle gare si partecipa per vincere; poi è evidente che solo uno è primo e gli altri si devono accodare ma, pur sempre, con la consapevolezza di essere competitivi e con la volontà di rimediare ai propri errori.

Mi riesce perciò difficile comprendere la logica che ha guidato la partecipazione italiana dal momento che i cavalli non fanno mai niente per caso: si può perdere sempre, ma certamente non si può vincere se non vi è una forma tecnica adeguata al livello della gara.

Catwalk

 

 

 

 

 

 

La nostra squadra aveva in partenza un binomio competitivo, due non competitivi a quel livello ed uno impresentabile perché fuori forma.

Da Rios

 

 

 

 

Poiché abbiamo iniziato l’annata con la vittoria di Lummen mi pare lecito chiedersi che cosa è avvenuto nel suo periodo successivo caratterizzato dalla nuova gestione federale.

de luca

 

 

 

 

 

 

Innanzitutto squadra vincente non si cambia, lo ha ribadito l’Olanda! I grandi appuntamenti vanno preparati per tempo designando i candidati, seguendoli sul piano tecnico e prevedendo per essi un programma agonistico che sia compatibile con l’obiettivo più importante.

La FISE deve stabilire delle regole per i cavalieri designati e farle rispettare secondo il principio “onori ed oneri”.

admara2

 

 

 

 

 

Invece si è andati avanti a tentoni puntando su cavalieri non adatti al primo livello mentre a quelli sicuramente adatti è stato permesso di utilizzare (male) e sfondare dei cavalli interessanti al solo scopo di vincere dei premi in denaro.

Già qualcuno sta cercando di scaricare la responsabilità sul tecnico che invece ha dimostrato le sue capacità quando sicuramente non subiva interferenze di sorta.

Sarà un caso, ma tutti i tecnici che hanno operato in Italia si sono lamentati pubblicamente perché “in Italia non si può lavorare”. Per quanto precede mi pare lecito domandarsi se siamo ritornati sulla stessa strada dei vecchi vizi.

Forse un pò più di trasparenza non avrebbe guastato….

Carlo Cadorna

Ancora nessun commento.

Lascia un commento